That's when Wendell Gee takes a tug upon the string that held the line of trees behind the house he lived in...
He was reared to give respect but somewhere down the line he chose to whistle as the wind blows,
whistle as the wind blows, with me...

He had a dream one night that the tree had lost its middle
so he built a trunk of chicken wire to try to hold it up
but the wire, the wire turned to lizard skin and when he climbed inside
there wasn't even time to say: "Goodbye to Wendell Gee!".
So whistle as the wind blows, whistle as the wind blows, with me...

There wasn't even time to say: "Goodbye to Wendell Gee!".
So whistle as the wind blows, whistle as the wind blows, with me...

If the wind were colors and if the air could speak,
then whistle as the wind blows, whistle as the wind blows...


 

Wendell Gee

Fu così che Wendell Gee si tagliò sulla corda che legava il filare degli alberi alle spalle della casa in cui viveva...
Era rispettato da tutti ma da qualche parte nel filare decise di fischiare quando soffia il vento,
di fischiare quando soffia il vento, con me...

Una notte sognò che l'albero aveva perso il tronco
così costruì un sostegno con la recinzione dei polli per provare a tenerlo dritto
ma la recinzione si trasformò in pelle di lucertola e quando ci saltò dentro
non ci fu nemmeno il tempo di dire: "Addio, Wendell Gee!".
Così fischia quando soffia il vento, fischia quando soffia il vento, con me...

Non ci fu nemmeno il tempo di dire: "Addio, Wendell Gee!".
Così fischia quando soffia il vento, fischia quando soffia il vento, con me...

Se il vento fosse a colori, se l'aria potesse parlare...
Così fischia quando soffia il vento, fischia quando soffia il vento...


Un'altra storia per questo album che sembra un romanzo viste tutte le vicende che racconta. Wendell Gee era il proprietario di un concessionario di macchine usate di Gainesville, nei pressi di Athens. I testi sembrano riferiti a qualcuno che è morto facendo dei lavori sulla sua casa. Wendell in effetti ora è morto ma non lo era al tempo in cui uscì la canzone per cui rimangono dubbi sull'identità di questo personaggio. Questa è l'ultima delle numerose storie di Fables, album che del resto, se vogliamo dare retta a Michael, avrebbe dovuto chiamarsi "Reconstruction of the fables" e cioè "Ricomposizione delle favole". Ecco cosa ne pensa Peter: "...è l'album in cui Michael fa il cantastorie... c'è un aspetto del Sud da considerare: è l'unico posto dove esistono ancora le tradizioni. La gente si tramanda le storie da una generazione all'altra, la gente nel Sud è nota per la bravura nel raccontare le storie". Come abbiamo avuto modo di vedere in questo album di belle "favole" i R.E.M. ce ne hanno raccontate davvero tante. Un'altra leggenda metropolitana vuole che al momento della registrazione di "Wendell Gee" Peter, che proprio non riusciva a digerire questa canzone, abbia forzato il gruppo ad un suo repentino cambio di strumento passando dalla chitarra al... mandolino, suonando rintanato in un angolo dello studio!

"Wendell Gee Used Cars": Gainesville, Georgia.


//* all the song is played through an arpeggio *//

| C | C | Dm | Dm |
| G | G7 | Em | G |
| C | C | Dm | Dm |
| G | G7 | Em | G |

| F | F | C | Em |
| F | F | C | G |

| C | C | Dm | Dm |
| G | G7 | Em | G |
| C | C | Dm | Dm |
| G | G7 | Em | G |

| F | F | C | Em |
| F | F | C | G |
| F | F | C | Em |
| F | F | C | G |

| C | C | Dm | Dm |
| G | G7 | Em | G |
| C | C | Dm | Dm |
| G | G7 | Em | G |

| F | F | C | Em |
| F | F | C | G |
| F | F | C | Em |
| F | F | C | G |

| F | F | C | Em |
| F | F | C | G |
| F | F | C | Em |
| F | F | C | G |

| C |

C=X32010 Dm=XX0231 Em=022000 F=XX3211 G=320003 G7=320001