Hang your collar up inside, hang your dollar on me...
Listen to the water still, listen to the causeway, you're fed and educated... 
Primitive and wild: welcome to the occupation!

Here we stand and here we fight all your fallen heroes,
held and died and skinned alive...
Listen to the Congress fire offering the educated...
Primitive and loyal: welcome to the occupation!

Hang your collar up inside, hang your freedom higher...
Listen to the buyer still, listen to the Congress where we propagate confusion...
Primitive and wild: fire on the hemisphere below!

Sugar cane and coffee cup, copper, steel and cattle...
An annotated history: the forest for the fire...
Where we open up the floodgates freedom reigns supreme:
fire on the hemisphere below!

Listen to me!


Benvenuti all'occupazione

Appendetevi il vostro guinzaglio, appendetemi addosso i vostri dollari...
Ascoltate l'acqua ristagnante, ascoltate il sentiero nella palude,
siete ben nutriti ed educati...
Primitivi e selvaggi: siate i benvenuti all'occupazione!

Da qui in poi non arretriamo e combattiamo i nostri eroi caduti,
catturati e torturati fino alla morte... 
Osservate la violenza del Congresso nascosta sotto le apparenti buone maniere...
Primitivi e leali: siate i benvenuti all'occupazione!

Appendetevi il vostro guinzaglio, appendete la vostra libertà sempre più in alto...
Osservate impotenti quelli che vi stanno svendendo, ascoltate il Congresso
dove propaghiamo la confusione...
Rozzi e selvaggi: fuoco sull'emisfero sottostante!

Canna da zucchero ed una tazza di caffè, rame, acciaio e bestiame...
Una storia già scritta: la foresta per il fuoco...
Ovunque apriamo le dighe la libertà regna suprema:
fuoco sull'emisfero sottostante!

Ascoltatemi!



"Welcome to the occupation" è una canzone polemica nei confronti del mondo industrializzato che egemonizza il Sud del mondo. C'è un continuo riferimento ai due emisferi contrapposti "hang your collar up inside, hang your dollar on me..." opposto a "listen to the water still, listen to the causeway...", poi c'è "you're fed and educated" opposto a "primitive and wild...". Un altro esempio è dato dalla contrapposizione "sugar cane and coffee cup..." che sono prodotti dell'america latina e "copper, steel and cattle..." che sono prodotti del nord america. Ci potrebbe essere anche un riferimento all'incendiare le foreste pluviali dell'america latina per insediarvi allevamenti di bestiame e colture di vario genere controllate, nella maggior parte dei casi, dalle multinazionali statunitensi. Per chi non fosse ancora convinto c'è la frase "here we stand and here we fight all your fallen heroes, held and died and skinned alive..." che è un chiaro riferimento ai rivoluzionari dell'america latina che si ribellavano ai regimi totalitari spesso e volentieri protetti dagli Stati Uniti (confronta con quanto detto per "The flowers of Guatemala"). E poi c'è la frase "fire on the hemisphere below!" che esprime tutto il fuoco (inteso come armi da guerra...) rivoltato contro l'emisfero sottostante nel tentativo di reprimere le rivolte dei popoli egemonizzati. C'è infatti il gioco di parole tra il fuoco che impersonifica l'oppressione e l'acqua che impersonifica la liberazione con la frase "where we open up the floodgates freedom reigns supreme...". Aprire le chiuse delle dighe per spegnere il fuoco serve come allusione a liberare i prigionieri politici restituendo dignità e libertà a tutti i popoli in cui c'è l'interferenza e l'egemonia di potenze straniere.