Crazy, crazy world! Crazy, crazy times!
Crazy, crazy world! Crazy, crazy times!

Hang up your chairs to better sweep...
Clear the floor to dance...
Shake the rug into the fireplace...

Crazy, crazy world! Crazy, crazy times!
Crazy, crazy world! Crazy, crazy times!

Hang up your chairs to better sweep...
Clear the floor to dance...
Sweep the floor into the fireplace...

Hang up your chairs to better sweep...
Clear the floor to dance...
Throw the chairs into the fireplace...

Hang up your chairs to better sweep...
Clear the floor to dance...
Throw the walls into the fireplace...


Riguardo a "Fireplace" l'interpretazione che mi Ŕ giunta Ŕ la seguente: le parole della canzone sarebbero riprese da un discorso fatto da madre Ann Lee, il capo spirituale del movimento religioso degli Shakers, un movimento che tra le altre cose predicava una rigida astinenza sessuale e promuoveva il lavoro di falegnameria tanto che al giorno d'oggi i mobili realizzati dagli Shakers sono molto apprezzati e ricercati. In una comunitÓ di questo tipo si Ŕ soliti attaccare dei ganci sulle pareti in modo tale che dopo cena vi si appendono le sedie e si Ŕ liberi di spazzare il pavimento per poi gettare i rifiuti dentro il caminetto: "hang up your chairs to better sweep... clear the floor to dance... shake the rug into the fireplace... sweep the floor into the fireplace...". Il sassofono che si sente alla fine della canzone Ŕ quello di Steve Berlin (Los Lobos).