Divide your cultured pearls in haste,
I'm looking for to lay, to waste,
of all the things I cannot taste
and this not the racy race...

They spoke loud...

(I believe in what you do...) (I believe in watching you...)
It's what you do...
(I believe in what you do...) (I believe in watching you...)

I could turn you inside-out...
What I choose? Not to do...
I could turn you inside-out...
What I choose? Not to do...

Given the choice...
Given the heart...
Given the tool...
Given the word...
Given the cheers...

(I believe in what you do...) (I believe in watching you...)
It's what you do...
(I believe in what you do...) (I believe in watching you...)
I...
(I believe in what you do...) (I believe in watching you...)

I could turn you inside-out...
What I choose? Not to do...
I could turn you inside-out...
What I choose? Not to do...

(I believe in what you do...) (I believe in watching you...)
Given the choice...
(I believe in what you do...) (I believe in watching you...)
Given the heart...
(I believe in what you do...) (I believe in watching you...)
Given the tool...
(I believe in what you do...) (I believe in watching you...)
Given the word...
(I believe in what you do...) (I believe in watching you...)
Given the cheers...
(I believe in what you do...) (I believe in watching you...)

I could... I...

I could turn you inside-out...
What I choose? Not to do...
I could turn you inside-out...
What I choose? Not to do...

Given the choice...
Given the heart...
Given the tool...
Given the word...
Given the cheers...


Rigirarvi a mio piacimento

Spartitevi in fretta le vostre perle coltivate...
Sono in vena di distruggere e rovinare tutto ciò che non posso assaporare...
E questa non è una competizione leale...

Lo hanno urlato:
"Io credo in ciò che fai, ti guardo ed ho fiducia in te, mi interessa ciò che fai..."

Potrei rigirarvi a mio piacimento ma sapete cosa scelgo di fare? Niente.
Potrei rigirarvi a mio piacimento ma sapete cosa scelgo di fare? Niente.

Mi è stata data la preferenza...
Mi è stato dato l'affetto...
Mi è stato data la capacità...
Mi è stata data la parola...
Mi sono stati dati dati gli applausi...

"Io credo in ciò che fai, ti guardo ed ho fiducia in te, mi interessa ciò che fai..."

Potrei rigirarvi a mio piacimento ma sapete cosa scelgo di fare? Niente.
Potrei rigirarvi a mio piacimento ma sapete cosa scelgo di fare? Niente.

Mi è stata data la preferenza...
(credo in ciò che fai, ti guardo ed ho fiducia in te...)
Mi è stato dato l'affetto...
(credo in ciò che fai, ti guardo ed ho fiducia in te...)
Mi è stato data la capacità...
(credo in ciò che fai, ti guardo ed ho fiducia in te...)
Mi è stata data la parola...
(credo in ciò che fai, ti guardo ed ho fiducia in te...)
Mi sono stati dati dati gli applausi...
(credo in ciò che fai, ti guardo ed ho fiducia in te...)

Io potrei...

Potrei rigirarvi a mio piacimento ma sapete cosa scelgo di fare? Niente.
Potrei rigirarvi a mio piacimento ma sapete cosa scelgo di fare? Niente.

Mi è stata data la preferenza...
Mi è stato dato l'affetto...
Mi è stato data la capacità...
Mi è stata data la parola...
Mi sono stati dati dati gli applausi...



Questa canzone è una riflessione di Michael sul potere dei leaders. Egli è ben conscio che chi, come lui, ha la possibilità di lanciare appelli alle masse possiede un'enorme strumento di controllo sugli altri. In questa canzone si parla appunto di come si possa influenzare la gente con il carisma: "potrei rigirarvi a mio piacimento ma sapete cosa scelgo di fare? Niente". Questa è la risposta di un Michael sempre più saggio e maturo. Un'altra curiosità è legata la nome di Keith LeBlanc, un personaggio forse sconosciuto ai più visto che è stato il percussionista di due gruppi un po' di nicchia come gli "Sugarhill" e gli "On-U Sound". Keith fu contattato per suonare su questa canzone e fu anche testimone di quella fase del periodo di "Green" in cui i nostri ragazzi, invertendo i propri ruoli all'interno della band, cercavano nuove ispirazioni sforzandosi di suonare strumenti che a loro non erano familiari. Ecco cosa ricorda LeBlanc: "Per questa specifica canzone decisero di avvalersi della mia collaborazione in quanto erano alla ricerca di un qualcosa di diverso che non riuscivano a focalizzare. Quando li vidi lì nello studio che provavano con tutti gli strumenti scambiati mi resi subito conto dell'umiltà di questi ragazzi. Non si vergognavano di ridicolizzarsi davanti ad un perfetto sconosciuto, il che è davvero unico per una band della loro levatura e con quel repertorio di canzoni che si ritrovano alle spalle. Per quello che mi riguarda vidi Michael, alla batteria, che andava alquanto fuori tempo e così decisi di dargli una mano aggiungendo un po' di percussioni".