Her world collapsed early sunday morning...
She got up from the kitchen table, folded the newspaper and silenced the radio...
Those creatures jumped the barricades and have headed for the sea, sea...

Oh...

Those creatures jumped the barricades and have headed for the sea...
She began to breathe, to breathe at the thought of such freedom, stood and whispered to her child: "Belong!"
She held the child and whispered with calm, calm: "Belong!"

Oh...

She stood and whispered to her child: "Belong!"
She held the child and whispered with calm, calm: "Belong!"

Oh...

These barricades can only hold for so long...
Her world collapsed early sunday morning, she took the child held tight, opened the window, a breath...
"This song, how long?" And knew, knew: "Belong!"


 

Vieni alla luce

Le sue certezze crollarono una domenica mattina presto...
Si alzò dal tavolo della cucina, ripiegò il giornale e spense la radio...
Quelle creature scavalcarono gli ostacoli e si diressero verso il mare, verso il mare...

Oh...

Quelle creature scavalcarono gli ostacoli e si diressero verso il mare...
Cominciò a sospirare, cominciò a
sospirare al pensiero di tanta libertà...
Si alzò in piedi e sussurrò al suo bambino: "Vieni alla luce!"
Abbracciò il pancione e sussurrò con calma, con calma: "
Vieni alla luce!"

Oh...

Si alzò in piedi e sussurrò al bambino: "
Vieni alla luce!"
Abbracciò il
pancione e sussurrò con calma, con calma: "Vieni alla luce!"

Oh...

Queste barricate resisteranno solo un altro po'...
Le sue certezze crollarono una domenica mattina presto...
Si tenne il
pancione ben stretto, aprì la finestra, un respiro: "Quanto durerà questa canzone?"
E capì, capì: "
Vieni alla luce!"



"Belong" è una canzone misteriosa, di questa canzone Michael ha detto che è la sua riflessione su un sacco di cose... io so solo che una volta in un'intervista ha detto che era il suo tentativo di immedesimarsi nei pensieri di una mamma e che c'entrano pure i carri armati di piazza Tien-Ahn-Men! Gli animali di cui si parla e che si buttano nel mare sono di un tipo particolare (non mi ricordo il nome...) che in certe circostanze si gettano appunto dalle scogliere attuando una specie di suicidio di massa ma possono essere anche, più semplicemente, delle tartarughe marine che appena escono dalle uova si dirigono istintivamente verso il mare (io propendo per questa visione). E' molto probabile che si tratti di una riflessione triste sulla guerra, sui figli che muoino e sulle mamme che invece aspettano solo che essi tornino sani e salvi o che, ancora bambini, non la debbano mai conoscere... ma può essere vista anche più semplicemente come una canzone sul mistero della nascita, della vita e della morte. In ogni caso questa è un'altra di quelle canzoni dove Michael metta in mostra la sua grande abilità di scrivere testi così ambigui da poter descrivere più situazioni nello stesso contesto. Se infatti ci pensiamo bene la frase "These barricades can only hold for so long..." ha tutte e tre le valenze che si possono dare a questa canzone:

1. Le resistenze dell'utero prima che si rompano le acque.
2. La resistenza fatta dall'uovo mentre la tartaruga cerca di infrangerlo.
3. Le barricate dei dimostranti di Piazza Tien-Ahn-Men durante la protesta studentesca.


//* in the arpeggio you've got to insist over the last three strings *//

| G* | Gsus4* | G5* | G* | //* arpeggio *//

| G* | Gsus4* | G5* | G* |
| G* | Gsus4* | G5* | G* |

| G* | Gsus4* | G5* | G* | //* strummed chords *//
| G* | Gsus4* | G5* | G* |

| G* | Gsus4* | G5* | G* | //* arpeggio *//
| G* | Gsus4* | G5* | G* |

| G* | Gsus4* | G5* | G* | //* strummed chords *//
| G* | Gsus4* | G5* | G* |
| G* | Gsus4* | G5* | G* |
| G* | Gsus4* | G5* | G* |

| G* | Gsus4* | G5* | G* | //* arpeggio *//
| G* | Gsus4* | G5* | G* |

| G* | Gsus4* | G5* | G* | //* strummed chords *//
| G* | Gsus4* | G5* | G* |
| G* | Gsus4* | G5* | G* |
| G* | Gsus4* | G5* | G* |

| G* | Gsus4* | G5* | G* | //* arpeggio *//
| G* | Gsus4* | G5* | G* |

| G* | Gsus4* | G5* | G* | //* strummed chords *//
| G* | Gsus4* | G5* | G* |
| G* | Gsus4* | G5* | G* |
| G* | Gsus4* | G5* | G* |

| G* | Gsus4* | G5* | G* | //* stum just once per chord *//
| G* | Gsus4* | G5* | G* | 

| G* |

G*=3X0003 Gsus4*=3X0013 G5*=3X0033

Kind of weird chords... let's see a good position for the fingers of the left hand to play these chords without any problem, you won't need to move your hand (mmm... sorry for the ones that play with reverse hands!!!):

  (left hand seen from the palm)

Put finger #3 on 3rd fret of E (1st string) and with the same finger stop the second string so that it won't be played and then put finger #5 on 3rd fret of e (6th string) so you won't move these two fingers anymore and you'll get G*. Now put finger #2 on 1st fret of B (5th string) to obtain Gsus4* and put finger #4 on 3rd fret of B (5th string) to obtain G5*.