Prefazione (di Tom Gilroy, Ottobre 1997)

Jim ed io facevamo gli imbianchini per Rick durante i nostri studi a Boston, quello era lo stesso periodo in cui conoscemmo Michael, eravamo intorno al 1982. A quei tempi Rick era solito sfidarci in particolari gare di cartoline durante le quali ciascuno di noi doveva inviare agli altri delle cartoline cromate degli anni '50 per un periodo di circa due settimane. In questo modo ogni giorno aveva un qualcosa in più visto che dovevamo prenderci la briga di trovare cartoline sempre nuove da spedire. In seguito io e Jim ci spostammo in altre città e Michael cominciò a girare parecchio con la sua band per cui le gare di cartoline si trasformarono ben presto in gare di haiku. Era un modo per rimanere in contatto più pratico e veloce . Del resto un haiku dice sempre molto del luogo e delle sensazioni del momento in quanto contiene sempre un riferimento ben preciso a queste cose. inoltre altri indizi provenivano dal tipo di carta usata, dal francobollo, dall'odore della busta. Tutto era una parte dell'emozione. Quindici anni dopo io, Jim, Michael e Grant stavamo seduti a luci spente ed ascoltavamo l'ultimo CD di Clara Rockmore, Theremin, nella stanza dell'albergo di Michael a Washington DC. Ci trovavamo lì perché i R.E.M. ed i Grant Lee Buffalo stavano facendo delle date insieme. Decidemmo quindi di riprendere la gara di haiku tra di noi e ben presto, al nostro ritorno ad Athens, si aggiunsero anche Douglas ed Anna. La sfida doveva durare un anno intero. Per sancire ufficialmente l'inizio della gara scrivemmo il primo haiku tutti insieme sul retro del tavolo della stanza di Michael, poi uscimmo. Nel giro di una settimana la sfida si era fatta davvero interessante, ci ispirava e ci distoglieva un po' dalla routine quotidiana. All'improvviso ogni giorno si impreziosiva. persino nei momenti più noiosi. [.] Rick, che aderì alla gara un secondo dopo che gliene parlammo, ha descritto questa sensazione nel modo migliore: "Mi cambiò la vita". Si trattava di scriverci un haiku al giorno ma, come è facile immaginare, tutti cominciammo a barare in un attimo. Anche il tuo stesso senso di colpa per aver imbrogliato ti portava a fare delle nuove riflessioni su come procedeva la tua vita, su quali erano le tue priorità, su come ti rapportavi con la poesia e sulle relazioni interpersonali coi tuoi amici. Ogni scusa era buona per saltare qualche giorno, lo sapevamo tutti. Grant si rivelò il peggiore, Michael lo seguì a ruota, poi Jim, Anna ed io. Infine Douglas e Rick. [.] Jack Kerouac, Michael McClure e tutto il Rinascimento Poetico di S. Francisco introdussero il concetto di "haiku occidentale", cioè quel tipo di haiku che leggerete in questo libro. Kerouac li chiamava "pops" per semplificare il concetto di "piccoli poemi di tre righe che ambiscono ad una certa illuminazione Zen". La Beat Generation fu il momento più adatto per predisporre una transizione verso questo nuovo tipo di haiku. con tutto quel fumare, i caffè, i libri di haiku giapponesi che stavano poggiati vicino a Whitman e William Carlos Williams. C'era adeguato combustibile per accendere la fiamma. Allora accadde che essi diedero vita all'haiku "occidentale" sorvolando sulla rigida impostazione sillabica di 5-7-5 disposte sulle famose tre righe anche se cercarono di rimanere fedeli alle linee guida di questa poetica, linee poetiche tracciate da precursori quali: Basho, Buson e Issa. Le regole sono queste: -Riferimenti alle stagioni (kigo) in modo da poter fissare un tempo ed un luogo. -L'attimo che va tagliato e reso puro, catturato in quell'istante di illuminazione buddista (Zen). -Riflessioni sullo stato d'animo dell'autore, sul suo punto di vista, sui suoi sentimenti. Non avremmo mai pensato che i nostri sarebbero mai stati pubblicati, erano solo regali che ci facevamo l'un l'altro attraverso tutta la distanza che spesso ci separava. Speriamo che tu possa accettare questi doni con lo stesso amore che li ha fatti nascere ed inviare. Predi questo amore e prosegui per poter donare i tuoi stessi momenti preziosi alle persone che ami. Questo libro avrebbe avuto maggior successo se i fattorini delle poste avessero notato le nostre lettere ed avessero deciso di incrementare la diffusione di cartoline con scritte dietro strane poesie di tre righe. Se fosse andata così, seppur lentamente, la diffusione di queste poesie sarebbe incrementata e piombata in mezzo alle tonnellate di inutile posta che riceviamo ogni giorno. I notiziari della sera sarebbero cominciati con la lettura del "Poema del Giorno" piuttosto che con la presentazione della celebrità di turno. Le persone avrebbero avuto un così alta pila di momenti preziosi di cui cibarsi che non avrebbero più avuto il tempo di congegnare bombe e guerre. ci sarebbe stato più amore e più umanità cosicchè non avremo più visto in giro persone senza casa ed affamate. La persona che ti dovesse dire che tutto questo è impossibile è proprio quella con la quale dovresti cominciare una gara di haiku.

Gli autori di questo libro sono:
Tom Gilroy,
attore e regista di New York.
Anna Grace,
scrittrice ed attrice di New York.
Jim McKay,
produttore e fondatore della casa cinematografica C-100.
Douglas A. Martin,
poeta e romanziere.
Grant Lee Phillips,
musicista, leader del gruppo Grant Lee Buffalo.
Rick Roth,
attivista diritti umani, coordinatore di Amnesty International.
Michael Stipe,
cantante dei R.E.M. ed artista poliedrico.


THE FIRST FOUR
Washington, D.C.

Michael Stipe

Ginger, vodka,
lavender tea.
Life is good beyond this.

Grant Lee Phillips

"Leon Theremin's Ashes"
being blown from the speakers.
Sparks from a broken conductor.

Tom Gilroy

The radio landscape
colors the room
like fog.

Jim McKay

Stale smoky sweatshirt
covers the lampshade
like a finished party.

I PRIMI QUATTRO
Washington D.C.

Michael Stipe

Ginger, vodka,
tè alla lavanda.
Al di là di questo la vita è buona.

Grant Lee Phillips

"Leon Theremin's Ashes"
viene soffiato fuori dagli altoparlanti.
Delle scintille fuoriescono da un cavo danneggiato.

Tom Gilroy

Il panorama della radio
colora la stanza
come fosse nebbia.

Jim McKay

Una vecchia camicia sudata ed impregnata di fumo
ricopre il paralume
a testimonianza di una festa ormai giunta a conclusione.


AWNINGS, NEON, WEIRD SUN

Mid-afternoon subway,
dust covered guys in work boots
going home.

Awnings, neon, weird sun.
Parking lots, smell, mist.
I'm coasting Memphis.

Grey and dull red.
Squirrel corpse
along 45 feet of blacktop.

Subway smell
stuck in my nose
and driving me crazy.

TENDE, NEON, SOLE ASSURDO

Metropolitana nel bel mezzo del pomeriggio,
ragazzi ricoperti di polvere con stivali da lavoro
tornano a casa.

Tende, neon, sole assurdo.
Aree di parcheggio, quel loro odore, quella loro foschia.
Sto costeggiando Memphis.

Grigio e rosso opaco.
Il cadavere di uno scoiattolo
disseminato per quasi tutti i 14 metri del tetto dell'autobus.

L'odore della metropolitana
si è fissato nel mio naso
e mi sta facendo impazzire.


BILLBOARD PHOTOS

Your design is ugly
and you're an asshole.
"Can I help you?"

He supports the arts
in subtle ways like buying
books his friends borrow.

Billboard photos
of ubearable beauty and
sorrow, in b/w, no words.

Quiet computer whir.
Palpable anger.
Modemed worldwide.

FOTOGRAFIE PER MANIFESTI

Lavori su un brutto progetto
e dimostri di essere un incapace.

"Posso aiutarti?"

Lui finanzia le arti
in modi trasversali come il comprare
libri che i suoi amici sono soliti prestarsi a vicenda.

Fotografie per manifesti
di insopportabile bellezza e
dolore, in bianco e nero, non ci sono parole.

Il quieto ronzio di un computer.
Rabbia palpabile.
Trasferita via modem ovunque.


BRONNER'S PEPPERMINT DICK

He shivers from the cold
and the prospect of building
a future.

Downtown someone just
opened a sunglass hut
in the dead of winter.

Bronner's peppermint dick.
The shower's hot.
Gimmee.

LO SHAMPOO ALLA MENTA PIPERITA DEL DR. BRONNER

Lui trema dal freddo
e dalla prospettiva di doversi costruire
un futuro.

Laggiù qualcuno ha appena
aperto una bottega di occhiali da sole
nel bel mezzo della morte invernale.

Lo shampoo alla menta piperita del Dr. Bronner.
La doccia è calda.
Arrivo.


THE CHILL AIR

Blue eyes, a smile.
Swinging hips
in love for a minute.

The path divides
the collapsed barn
from the torched garage.

The chill air has taken
the ginger lily smell.
Backup summer.

Hiking up her miniskirt
she thinks I'm looking at her legs
but is ok with it.

L'ARIA INVERNALE

Occhi azzurri, un sorriso.
Quei fianchi che si muovono sinuosi
mi fanno innamorare per un istante.

Il sentiero separa
i resti di un fienile
da un garage illuminato con lampade ad olio.

L'aria invernale ha portato con se
la fragranza del giglio rossiccio.
L'estate è archiviata.

Tirandosi su la minigonna
pensa che io stia guardando le sue gambe
ma per me non ci sono problemi.


COFFEE GROUNDS, BANANA PEELS

Even in this antiseptic AC
I close my eyes
and smell your skin.

Permiso, pero it's gross,
a seashell
as an ashtray.

Deafening cicadas,
immobile iguana
but the surf still sounds like traffic.

Coffee grounds, banana peels,
tin cans, half a grapefruit;
Cartoon garbage.

CAMPI DI CAFFE', BUCCE DI BANANA

Seppur in questo ambulatorio antisettico
sono in grado di chiudere gli occhi
e sentire l'odore della tua pelle.

Ho il visto, anche se compilato in maniera grossolana,
una conchiglia
usata come portacenere.

Cicale assordanti,
un iguana immobile
ma l'acqua che si schianta sulla riva rumoreggia quasi fosse traffico.

Campi di caffè, bucce di banana,
contenitori di latta, mezzo pompelmo;
Scatole di cartone ammassate.


THE COFFEE WAS DRIVING

Smashed
that fucking mosquito,
guess I'm not Buddha.

The coffee was driving.
What did I sputter
when I called?

Black eye, swollen hand,
macho silence fastering,
blown gasket, sad life.

Old love letters
read quickly
and thrown out.

IL CAFFE' MI TENEVA LUCIDO

Ho schiacciato
quella zanzara fastidiosa,
credo proprio di non essere Buddha.

Il caffè mi teneva lucido.
Ma che cosa avrò mai farfugliato
quando ho chiamato?

Un occhio nero, una mano gonfia, quel sapersi tenere dentro l'amarezza
che contraddistingue i veri uomini, un filtro verso il mondo esterno
che si fa sempre meno efficace, un vita triste.

Vecchie lettere d'amore
lette in tutta fretta
e gettate via.


A DISCARDED QUOTE

A discarded quote
some forgotten cause
found with my name.

My fingers
tracing your baby skin
forever.

Stacking chairs at closing,
echo here,
like everywhere else.

Walking sunday morning,
past all the churches
to quietly read Nin.

UN PICCOLO PENSIERO ACCANTONATO

Un piccolo pensiero accantonato,
che, per qualche motivo ormai dimenticato,
è rispuntato fuori col mio nome.

Le mie dita
che solcano la tua pelle di bambina
per sempre.

Sedie che vengono accatastate alla chiusura,
c'è dell'eco qui,
come ce ne sarebbe in un qualsiasi altro posto.

Camminando di domenica mattina,
ho oltrepassato tutte le chiese
per poter leggere Nin in tutta tranquillità.


THE DRUNKEN WASP

Milk drips, a big balloon
tied to your wirst.
Pawpaw eats jalapeno peppers.

Young father
ashamed and at a loss
with his baby girl.

The drunken wasp,
orange like candy,
climbs and falls and climbs again.

Between wet reeds and tall trees
a man walks.
The city's lake filled his bag with fish.

LA VESPA UBRIACA

Il latte che sgocciola ed un grosso pallone
legato al tuo polso.
Pawpaw mangia peperoncini di gialappa.

Un giovane padre
impacciato si appresta
a darla vinta alla sua piccola bambina.

La vespa ubriaca,
arancione come una caramella,
vola in alto ed in basso e poi in alto ancora.

Un uomo cammina
tra umidi canneti ed alti alberi.
Il lago del paese ha riempito la sua cesta con del pesce.


EARTHWORM JIM VS. THE TICK

Earthworm Jim vs. The Tick.
The bus throws a little action
into snickers overdrive.

White-hatted frat boys,
standing in a herd,
fucking clueless.

Hot roasted turkey,
gravy and all the trimmings,
it's still a bird.

Environmental my ass!
Full of false claims
I'll compost your ads.

JIM IL LOMBRICO CONTRO LA ZECCA

Jim il lombrico contro la zecca.
L'autobus ci regala un po' di azione
con bruschi cambi di direzione a tutta velocità.

Ragazzotti dai cappelli bianchi,
tutti ammassati insieme,
fottutamente indifferenti ad ogni cosa.

Tacchino arrosto,
malgrado la salsa e tutti i contorni,
si può ancora intuire che sia un uccello.

Ecologico un cavolo!
Comporrò i tuoi manifesti pubblicitari
riempiendoli di messaggi fuorvianti.


THE FIRST STEP TO A 12-STEPPER

Snow, tires crush.
Red carnations
that fell off the hearse.

Everyone I love
loves someone else
thinking me too far away to love.

HAIKU.
Gesundheit.

The first step to a 12-stepper is
you are powerless?
What a load of shit.

IL PRIMO DEI DODICI PASSI

C'è neve ed i pneumatici slittano.
Dei garofani rossi
sono caduti dal carro funebre.

Chiunque io ami
ama qualcun altro
pensando che io sia troppo irraggiungibile.

HAIKU.
Alla salute!

Ma davvero al primo dei dodici passi
non hai già più le forze?
Che sacco di merda.


GRAPPA, WITCH HAZEL PADS

Grappa, witch hazel pads.
Lavender extract couldn't
mask the cologne on the phone.

Just one more beer,
Hank Williams in my mind
gloriously sad.

We used to sit around
and talk about doing something,
at least.

Wrecked, I remember
my calling card number.
How pathetic.

GRAPPA, CESTI DI LECCORNIE DELLA BEFANA

Grappa, cesti di leccornie della Befana.
L'estratto alla lavanda non ce l'ha fatta
a mascherare l'odore d'acqua di cologna sul telefono.

Giusto un'altra birra,
mi torna in mente un Hank Williams
tremendamente triste.

Eravamo soliti sedere in circolo
e parlare di quello che avremmo potuto fare,
quantomeno.

Pazzo di disperazione, ricordo persino
il numero di serie della mia scheda telefonica.
Quanto sono patetico.


A HUPMOBILE

Walking the streets
looking for love
from perfect strangers.

A hupmobile,
where couples paid a quarter
to sit under that tree.

The water in front
darkens as the wave behind
approaches.

The sun,
green refracted through a wave
right before, it hits me.

UNA MACCHINA D'EPOCA

Camminando per le strade
alla ricerca di amore
da perfetti sconosciuti.

Una macchina d'epoca,
dove delle coppie hanno pagato un quarto di dollaro
per sedere sotto quell'albero.

L'acqua sulla riva
imbrunisce all'arrivo
dell'ennesima onda.

Il sole,
riflesso di verde attraverso quella
stessa onda, mi colpisce.


I BAD DREAM

The city falls behind
the Bay Bridge, the broad water,
the fog filling my mind.

Lonely rainy day,
hoping to run into
someone I know.

I bad dream you out
of my head, with six
coffees and a phone call.

The young couple
kisses furiously on the street,
taunting America.

SOGNO COSI' AVIDAMENTE

La città è tutta distesa dietro il ponte della baia,
da una parte acqua a perdita d'occhio,
dall'altra nebbia che mi ottenebra la mente.

Un malinconico giorno di pioggia,
sperando di poter raggiungere
qualcuno di mia conoscenza.

Sogno così avidamente di poterti
cancellare dalla mia testa,
magari con sei caffè ed una telefonata.

Una coppia di giovani
si bacia appassionatamente sulla strada,
imbarazzando l'America.


I'D SOONER CHEW OFF MY LEG

The father pushing
the kid on the tricycle
when it's easier to tell him to pedal.

Phone rings,
crow calls,
I fear bad news.

Sex at night,
sex in the morning,
shit-eating grin.

I'd sooner chew off my leg
than get trapped
in that city.

PREFERIREI STRAPPARMI LA GAMBA A MORSI

Un padre sta spingendo
suo figlio sul triciclo
quando farebbe molto prima ad insegnargli a pedalare.

Squilli di telefono,
chiamate sinistre,
temo brutte notizie.

Sesso di notte,
sesso di giorno,
ammiccamenti depravati.

Preferirei strapparmi la gamba a morsi
piuttosto che restare intrappolato
in quella città.


IF AIDS WAS NASA

Your list of things
to do. My name
glaringly absent.

Two apple seeds
on a green felt table,
his pajamas.

If AIDS was NASA
we could dump in millions, tune in,
and thrill to our advancements in fixing it.

From the plane
a thousand clouds
cast island shadows.

SE L'AIDS FOSSE LA NASA

La tua lista di cose
da fare. Il mio nome
vistosamente assente.

Due semi di mela
su di un tavolo dalla tovaglia verde,
il suo pigiama.

Se l'AIDS fosse la NASA
potremmo scaraventarne a milioni nello spazio, sintonizzarci per vederlo,
e compiacerci per i nostri progressi nel perfezionare questa pratica.

Dall'aereo
un migliaio di nubi
richiamano forme di isole.


I'M AN EASY CRY

I'm an easy cry on
planes; People Magazine, quintets
burn victim, Down's syndrome.

Trying to be positive
but this bad performance art
is testing me.

Suspicion parents.
I'm just smiling at your kid.
Fuck this shitty world.

MI FACCIO PRENDERE FACILMENTE DAL PANICO

Mi faccio prendere facilmente dal panico
sugli aerei; la rivista People, una vittima
di ustioni multiple, la sindrome di Down.

Sto cerando di essere ottimista
ma quest'arte che sta dando pessima prova di sè
mi sta mettendo a dura prova.

Genitori sospettosi.
Sto solo sorridendo a vostro figlio.
Che si fotta pure questo mondo di merda.


I'M NOT GOING TO

We trade hats, laughing.
He smiles, says he loves some girl.
I take my hat back.

Stoned.
I'm sorry,
the mind goes to love.

I'm not going to
let you see me sad.
Chewable tabs.

In this bar this girl
asks Hassan:
do you want to finger me?

NON HO ALCUNA INTENZIONE

Ci scambiamo i cappelli con gran divertimento.
Lui mi sorride, dice di amare una certa ragazza.
A quel punto mi riprendo il mio cappello.

Lui rimane di stucco.
Mi dispiace,
i miei pensieri si sono arresi all'amore.

Non ho alcuna intenzione
di lasciarti vedere la mia delusione.
Gomme da masticare.

In un bar qualunque una ragazza qualunque
chiede ad Hassan:
hai voglia di tastarmi?


I'M TWIXT BETWEEN THE TWO OF YOU

In that summer
near-dark moment
when the streetlights come on.

I'm twixt between the
two of you. Who has the
smaller house? I've been to both.

Freshly shaved.
Freshly showered.
Bill lies dead four days.

STO PROPRIO IN MEZZO A VOI DUE

Al sopraggiungere del tramonto
di quella estate
quando i lampioni cominciano ad accendersi.

Sto proprio in mezzo a voi due.
Chi ha la casa più piccola?
Le ho visitate entrambi.

Mi sono appena rasato la testa.
Mi sono appena fatto una doccia.
Sono quattro giorni che Bill giace sul letto stanco morto.


LATE AFTERNOON BUG

A subway platform, waiting.
The buzz warns: "train-train".
We stand up to wait.

Your grandma's dead.
I ask what to feel.
I never liked her.

Late afternoon bug, repellent
and Ssssting Stop
is my perfume.

Fat train switchman
claps donut sugar from hands
unaware of the office laughter.

UN INSETTO NEL TARDO POMERIGGIO

Aspettando, sul marciapiede della metropolitana.
Il segnale acustico avverte:"treno-treno".
Ci alziamo e ne attendiamo l'arrivo.

Tua nonna è morta.
Ti chiedo cosa dovrei provare.
Non mi è mai piaciuta.

Un insetto nel tardo pomeriggio, repellente
e Stop della Ssssting
è il mio profumo.

Un grasso addetto agli scambi dei binari
si batte le mani per lasciar cadere lo zucchero della ciambella
inconsapevole di aver scatenato l'ilarità dei suoi colleghi.


LEFT OUTSIDE IN THE RAIN

Looking at the Moon
trying to figure
the rythm of the ceiling fan click.

A broken chair.
Unpainted storm windows.
Let's go fishing!

Since she's gone
the sheets only
smell like bleach.

Left outside in the rain
even plastic flowers
fade.

LASCIATO FUORI SOTTO LA PIOGGIA

Sto guardando la Luna
cercando di cadenzare
il ritmo del rumore prodotto dal ventilatore sul soffitto.

Una sedia rotta.
Una finestra insonorizzata ancora da dipingere.
Andiamo a pesca!

Da quando se n'è andata
le lenzuola emanano
solo l'odore della candeggina.

Se lasciati fuori sotto la pioggia
persino i fiori di plastica
deperiscono.


THE LITTLEST ANT

Old couple floating
over the waves at sunset
the bullshit way behind them.

The littlest ant
in the world
navigates my page.

Precipitation happens slowly,
like the ketchup ad,
your body with mine.

City full of rain.
Not raining, just wanting to.
It's so hot. You have to wait.

LA PIU' PICCOLA TRA TUTTE LE FORMICHE

Una vecchia coppia
galleggia sulle onde al tramonto
lasciandosi alle spalle quella strada ingannevole.

La più piccola tra tutte le formiche
al mondo
sta percorrendo la mia pagina.

Le precipitazioni si sprigionano lentamente,
come in quella pubblicità del ketchup,
ed allo stesso modo il tuo corpo si adagia sul mio.

Una città immersa nella pioggia.
Non sta piovendo, desidero solo che accada.
Fa così caldo. Bisognerà aspettare.


MEDIAN WILDFLOWER PROJECT

I stand mute.
She reads the paper
and doesn't look up.

The grown man
encourages the gardening woman:
"Squirt the cat, squirt the cat!"

Stand on the fire escape, a bird comes.
"Hey buddy", I say.
He stays.

Median wildflower project.
It's a wonder these people didn't
just give up long ago.

IL PROGETTO DEL FIORE SELVATICO MEDIANO

Io sto in piedi in silenzio.
Lei non distoglie lo sguardo
dal giornale che sta leggendo.

Un uomo che dovrebbe essere maturo
incoraggia la giardiniera:
"Schizza il gatto, schizza il gatto!"

Ritto sull'uscita d'emergenza, arriva un uccello.
"Ciao amico", gli faccio.
Lui rimane.

Il progetto del fiore selvatico mediano.
E' un miracolo che queste persone
non si siano arrese tempo addietro.


MY SLAB GOT POURED

My slab got poured
and we're having
a shin-splint party.

Want to just go
naked. No clothes,
not even a watch.

You didn't know
you liked it
'til I did it.

There's thunder outside.
Up on the roof the wind blows
across the sky.

HO RICEVUTO LA MIA FETTA

Ho ricevuto la mia fetta
e stiamo trascorrendo
una festa un po' troppo ingessata.

Ho solo voglia di
denudarmi. Niente vestiti,
neanche un orologio.

Non immaginavi neanche
che ti sarebbe piaciuto
finchè non l'ho fatto.

Da fuori si avverte un tuono.
Su in cima al tetto soffia un vento
che si propaga attraverso il cielo.


RITALIN SLOW DOWN

Alone
in a crowded bar,
not belonging.

Ritalin slow down, M&M's
speed up. 1984 born.
Channel surf standard.

Moonlit pumpkins
make the compost-walk
worth it.

Your sultry voice
and wry smile
are affecting my hips.

IL RITALIN PROCURA SONNOLENZA

Da solo
in un bar affollato,
alienato da tutto.

Il Ritalin procura sonnolenza, le M&M's
danno la carica. Nato nel 1984.
Il canale è quello del classico surf.

I campi di zucche illuminati dalla Luna
rendono un po' più piacevole
la camminata disintossicante.

Quella tua voce sensuale
e quel tuo sorriso ironico
mi fanno tremare i fianchi.


SHE MADE THIS SOUP

She made this soup
that made me brrrp for hours
fart puppy breath.

Dining alone
the man laughs
at his fortune.

You cruise girls for me
"we'll never meet another us"
you say, still looking.

Something rustling
in the skunk cabbage
as I sleep in the swamp.

LEI PREPARO' UNA ZUPPA

Lei preparò una zuppa
che mi fece ruttare per ore
un insolente alito di scoreggia.

Cenando da solo
quell'uomo si compiace
della sua fortuna.

Tu cerchi di procurarmi delle ragazze
"non ci sarà mai una coppia come noi due"
dici, ancora intento a guardare.

Qualcosa fruscia
dentro il maleodorante campo di cavoli
mentre mi addormento nella palude.


STUDIED, DRUNK

Cold-handed surprise
changing the lightbulb
encrusted with ladybugs.

Studied, drunk.
Youth screams from your hairstyle.
It draws me, pulls me in.

Snowstorm dog
happier
than his owner.

Before you could hang up
my machine caught
a half-second of bar-noise.

HO STUDIATO, MI SONO UBRIACATO

Fu un'agghiacciante sorpresa
cambiare il paralume
incrostato di coccinelle.

Ho studiato, mi sono ubriacato.
La giovinezza urla dalla tua acconciatura.
Mi attrae, mi attira.

Un cane sanbernardo
è più felice
del suo padrone.

Prima che tu potessi riagganciare
la mia segreteria telefonica ha registrato
mezzo secondo di rumori da un bar.


tutte le traduzioni sono di Donato Iannuzzi