Ai nostri ragazzi piace da morire la dimensione "live" e per questo motivo vantano una carriera "on the road" che pochi possono eguagliare. Ci sono per˛ dei momenti dove, un po' per gioco e un po' per evitare di far accalcare troppa gente in luoghi dalle dimensioni ridotte, si rende necessario presentarsi sotto mentite spoglie. Ecco alcuni nomi sotto i quali si sono celati i R.E.M. nella loro storia: Twisted Kites, It crawled from the South, Bingo Hand Job, Automatic Baby, Hornets attack Victor Mature. Ma cerchiamo di fare maggiore chiarezza. La prima volta che i nostri ragazzi ebbero la necessità di darsi un nome fu in quel famoso 5 Aprile del 1980, alla festa di compleanno di Kathleen O'Brien. Quella fu la loro prima apparizione ufficiale come gruppo ed al tempo avevano deciso di chiamarsi Twisted Kites (ovvero, "aquiloni intrecciati", un nome secondo me stupendo!) ma era un nome provvisorio dettato più che altro dalla fretta con la quale si erano trovati catapultati in quel party. Fu proprio durante quella stessa festa che i nostri ragazzi invitarono i presenti, circa 500 persone, a scrivere dei suggerimenti per un nome ufficiale su uno dei muri della chiesa dove si stavano esibendo. Alla fine del party i nostri potevano contare su decine di suggerimenti tra i quali: Big Wang Boys, Cans Of Piss, Third Wave, Negro Eyes, Slut Bank, R.E.M. (e si, pare sia stato suggerito lì!), Yeast Infection, Vote Stassen, Slug Bait, Blood Bakery e The Dry Sundaes. La scelta finale ricadde su due nomi: R.E.M. e Negro Eyes e pare fu scelto il primo sia perchè Negro Eyes poteva essere frainteso sia perchè i nostri ragazzi pare amino i punti nello stesso modo in cui odiano gli apostrofi: "Perchè abbiamo scelto R.E.M.? Perchè ci piacciono i punti tra le 3 lettere!". Parole di Michael Stipe. Per quello che riguarda i soprannomi successivi possiamo aggiungere che It crawled from the South fu scelto in occasione di un concerto dove volevano far risaltare le loro origini essendo "crawled" (strisciare) una parola adatta sia per i serpenti che per le iene, due animali che fanno parte dell'iconografia e della tradizione del Sud degli Stati Uniti. Anche questo è uno pseudonimo molto bello e difatti fu scelto da Marcus Gray per il titolo di uno dei migliori libri sui R.E.M. reperibili sul mercato.

Bingo Hand Job risale al concerto che i nostri tennero al Borderline Club di Londra il 14 e 15 Marzo del 1991. Essi pensarono di allestire un concerto ricco di cover, abbastanza disimpegnato e con il supporto di altri amici musicisti (Billy Bragg, Peter Holsapple e Robyn Hitchcock) per cui non vollero legarlo al nome R.E.M. anche per non suscitare più aspettative del necessario. Per quello che riguarda la scelta del nome ci aiuta Peter: "E' una delle solite assurdità di Michael. Penso che gli piacesse l'idea di persone in fila per acquistare i biglietti di una band chiamata Bingo Hand Job". Michael precisa: "L'idea originale era 'Storage Box Hand Job' [scatolone impacchettato a mano, ndr] perchè volevo ironizzare sul fatto che per avere un permesso di soggiorno in Inghilterra devi dimostrare di avere un lavoro ed un reddito. Venire a fare qualche apparizione nei loro programmi televisivi non era abbastanza per cui dovemmo allestire anche alcune serate per dimostrare che stavamo svolgendo il nostro lavoro di musicisti. A quel punto decisi che dovevamo essere dei 'manovali' ma era un nome un po' troppo... bè comunque alla fine me ne uscii con Bingo Hand Job [mano fortunata al gioco delle carte, ndr] che poi era il nome di una mitica banda di fuorilegge del Far West. Come Bertis seppe di questo nome cadde in depressione. Lui pensava che ci saremmo dovuti chiamare come un fiume che passa in Virginia o qualcosa del genere". Un'altra curiosità legata a questo soprannome riguarda le magliette che vennero distribuite in quella occasione: raffiguravano le facce dei fuorilegge di questa gang con sotto tanto di nomi ed una scritta "sanitized for your protection" che sta a significare "rinchiusi per la vostra sicurezza". Gli stessi membri del supergruppo decisero di darsi dei soprannomi ripresi da quelli della vecchia banda di fuorilegge per cui Michael era "Stinky", Mike era "Ophelia", Peter era "Raoul", Bill era "The Doc", Robyn Hitchcock era "Violet" e Billy Bragg era "Conrad". Infine Automatic Baby nasce come ibrido tra i nomi "Automatic for the people" e "Achtung Baby" visto che la band era formata da Michael e Mike per i R.E.M. e Larry Mullen ed Adam Clayton per gli U2. Il gruppo nacque in occasione delle Presidenziali che contrapponevano Bush e Clinton. Essi si schierarono apertamente dalla parte di Clinton intonandogli la canzone "One" durante una delle feste successive al suo insediamento al governo. Sempre nell'ambito di bands con una buona parte di membri dei R.E.M. all'interno citiamo anche gli Hindu Love Gods visto che erano composti da Mike, Bill e Peter con l'aggiunta, alla voce, di Warren Zevon. Per ora non staremo qui a citare le molte bands che hanno visto come ospite ciascuno dei nostri ragazzi perchè l'appello sarebbe lungo ed incompleto.

Donato